Maneskin classifica

Dopo l’ingresso nella classifica delle top 10 inglesi, i Maneskin conquistano anche il pubblico americano. Con 2,3 milioni di stream, il brano I Wanna Be Your Slave ha raggiunto il primo posto della classifica Hot Hard Rock Songs di Billboard solo dopo tre settimane.

L’exploit all’estero dei Maneskin è ormai innegabile: Zitti e buoni è stato certificato Disco d’oro in Polonia, Turchia e platino in Irlanda, così come anche I wanna be your slave

Ad oggi, la band rivelazione dell’undicesima edizione di X Factor è tra gli artisti italiani più ascoltati del mondo su Spotify con 24 milioni di ascoltatori nell’ultimo mese. 

Diversi sono i loro brani presenti nella Top 50 Spotify Global Chart: #5 Beggin’ con oltre 5 milioni di streaming, #11 I wanna be your slave con 100 milioni e infine #25 Zitti e buoni con oltre 170 milioni.

Maneskin

Continua così la rapida e impavida scalata al successo dei Maneskin, che solo due settimane fa  raggiungeva il numero di ascoltatori dei colossi della musica Pearl Jame, Metallica e Muse, ma che negli ultimi giorni si sta avvicinando a una delle rock band più celebri di tutti i tempi: gli U2. 

Con 17.347.729 di ascoltatori i Maneskin stanno infatti raggiungendo la già incredibile cifra di Bono di 17.456.118. 

A cosa dobbiamo questo risultato? Sicuramente al loro stile inconfondibile, al loro atteggiamento anticonformista, che punta ad abbattere tutti i pregiudizi e le etichette, alla loro voglia di sfondare senza pari e al loro talento innegabile, che li ha portati fin sopra la vetta all’Eurovision 2021.

E inevitabilmente anche in Italia la band romana continua a prendersi le sue soddisfazioni. I Maneskin infatti questa settimana sono secondi nella classifica Fimi dei dischi più venduti con il loro Teatro d’ira – Vol. 1, appena dietro il fenomeno di Amici Sangiovanni, che resta saldamente in cima alla classifica.

Il loro segreto? “Rimanere se stessi e non curarsi degli stupidi commenti della gente. Noi suoniamo musica che amiamo e questo non ha prezzo. L’importante è essere coerenti con chi si è”, spiega Damiano.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *