alessio romano aei

Alessio Romano è un polistrumentista e produttore ventiseienne del centro Italia.

Grazie all’amore per la musica trasmessagli dal padre, lui stesso cantante e polistrumentista, inizia a suonare la chitarra all’età di 9 anni iscrivendosi al Conservatorio di Frosinone, dove studia chitarra classica per i successivi 3 anni senza però portare a termine gli studi. Nel mentre intraprende anche uno studio approfondito del basso elettrico per presto approdare a generi musicali più pesanti, come il thrash e lo speed metal, suonando con i Ground Zero per 6 anni, per poi passare al metal più tecnico come il prog e il deathcore, suonando con i Nescience Reign per oltre di due anni. Una volta scioltiquesti  ultimi, prende una pausa e dedica il suo tempo allo studio della batteria, fino ad arrivare ai generi musicali più vicini a lui, quali il djent metal e il deathcore, senza tuttavia interrompere la composizione in altri generi musicali come classica, funk, hip hop, trap, alternative rock, prog metal. 

Inizia la sua avventura come produttore nel marzo 2020, all’inizio della quarantena. Ritrovatosi in cassa integrazione si focalizza su Ableton, famosa DAW utilizzata per le produzioni musicali, crea il suo profilo Instagram dedicato ed un profilo SoundCloud sul quale caricare i beat. 

alessio romano

Il riscontro è immediato e riceve molte richieste per collaborazioni, commissioni di beat su misura e altri tipi di importanti collaborazioni, che infatti, lo porteranno presto ad un contratto sotto la Eros Record, etichetta iraniana con sedi stabili in più di 15 paesi del mondo, con la quale lavora a produzioni come KAMA – DON’T JOKE, AMIR ZARQAM – FOR PEACE (Album internazionale i cui guadagni verranno poi donati per la costruzione di scuole nel Medio Oriente) e KARIN L’EGIZIANO – ALLA GTA. 

Riconosciute le sue capacità, gli viene proposto di diventare direttore della sede italiana della Eros Record, proposta che accetta e porta avanti per 6 mesi, quando, in seguito alla partenza di Amir, anche Alessio lascia la Eros Record per mettersi in proprio e creare così, assieme a Jacopo Ballarati, AEI – Artisti Emergenti Italia: una community formata da artisti e professionisti di diversi settori, che, consapevoli delle difficoltà che l’industria musicale riserva agli artisti emergenti indipendenti, ha deciso di mettere a disposizione, in modo totalmente gratuito, le proprie conoscenze e abilità, con l’obbiettivo di diventare un punto di riferimento per tutti gli artisti emergenti indipendenti.

Il progetto AEI è in continua crescita, aggregando continuamente nuovi partner, servizi, contatti e possibilità per gli artisti emergenti che credono nel proprio progetto e che sono pronti a mostrarsi e dare il massimo per raggiungere il proprio obbiettivo.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *